FARINE MACINATE A PIETRA

La tecnica di macinazione a pietra è il metodo più antico e ancora insuperato, nella produzione di farine di ALTA QUALITA’.

Le macine sono composte da due ruote in pietra speciale sovrapposte che triturano il grano e lo sfarinano.

molino-macina-pietra

La scarsa velocità della ruota mobile, mantiene bassa la temperatura durante la molitura e fa si che la farina non corra alcun rischio di “cottura”, preservandone al meglio tutte le qualità organolettiche.

Il germe e gli oli essenziali del chicco di grano , s’impastano con la parte amidacea, dando alla farina una colorazione sul bianco avorio, garantendo così profumi più complessi, maggior gusto e conservazione di molte proprietà benefiche.

Quindi il mulino a pietra, per quanto possa macinare il grano più o meno fi nemente, non produrrà mai una farina raffinatissima tipo 00-0, ma sempre una farina tipo 1-2, una farina cioè non bianchissima e non perciò impoverita di sostanze importanti come proteine, vitamine (B1,B2,B5,B6,E), e sali minerali che apportano elementi utili come magnesio, potassio, calcio, ferro, rame ,zinco e azoto.

Per maggiore conoscenza, viene di seguito riportata una tabellina contenente le differenze nutrizionali tra una farina macinata a pietra ed una farina tipo 0, macinata con la tecnica correntemente usata del mulino a rulli di acciaio che scaldano la farina, la danneggiano alterandone le carratteristiche nutrizionali.

valori nutrizionali