INGREDIENTI DA AGRICOLTURA BIOLOGICA

L'agricoltura biologica è un sistema globale di gestione dell'azienda agricola, basato sull'iterazione tra le migliori pratiche ambientali, un alto livello di biodiversità, la salvaguardia delle risorse naturali, finalizzato alla produzione di prodotti ottenuti con sostanze e procedimenti naturali.


In agricoltura biologica non si utilizzano sostanze chimiche di sintesi (concimi, diserbanti, anticrittogamici,insetticidi, pesticidi in genere).


Alla difesa delle colture si provvede innanzitutto in via preventiva, selezionando specie resistenti alle malattie e intervenendo con tecniche di coltivazione appropriate, come, per esempio:


- la rotazione delle colture che consiste nella variazione, da un ciclo produttivo all'altro,
della specie agraria, coltivata sullo stesso appezzamento; con questa tecnica, da un lato, si
interrompe il ciclo vitale degli organismi nocivi, dall'altro si sfruttano in modo più razionale e
meno intensivo le sostanze nutrienti del terreno;


- la piantumazione, il mantenimento e la cura delle siepi, degli alberi e del sistema di
fossati esistenti. Così operando, oltre a garantire una barriera fi sica contro possibili inquinamenti
e a garantire l'originaria valenza ambientale del sito, si contribuisce alla formazione di
un biotopo favorevole alla vita dei predatori naturali dei parassiti;


- la consociazione che consiste nel coltivare contemporaneamente piante di specie
diverse, l'una sgradita ai parassiti dell'altra;


- In agricoltura biologica si usano fertilizzanti naturali come il letame, opportunamente
compostato, ed altre sostanze organiche compostate (sfalci, ecc.) e sovesci, cioè incorporazioni
nel terreno di piante appositamente seminate, come trifoglio o senape.


In caso di necessità, per la difesa delle colture si interviene con sostanze naturali vegetali, animali o minerali quali estratti di piante, insetti utili che predano i parassiti, farina di roccia o minerali naturali per correggere struttura e caratteristiche chimiche del terreno e per difendere le coltivazioni dalle crittogame.


Il ricorso a tecniche di coltivazione biologiche, ricostruisce l'equilibrio nelle aziende agricole qualora, comunque, si rendesse necessario intervenire per la difesa delle coltivazioni da parassiti e altre avversità, l'agricoltore può fare ricorso esclusivamente alle sostanze di origine naturale espressamente autorizzate e dettagliate dal Regolamento europeo.